Articoli

HANNO FIRMATO 35 SINDACI: È NATA LA DESTINAZIONE TURISTICA SUD SALENTO

DESTINAZIONE-TURISTICA-SUD-SALENTO

Nella sala del Comune di Ugento 35 sindaci salentini hanno firmato il 30 ottobre scorso la convenzione per la costituzione della Destinazione Sud Salento (Ex art 30 del T.U.E.L.).

Un percorso che viene da lontano e ha richiesto un anno e mezzo di lavoro nella convinzione comune di puntare insieme, pubblico e privati, sul turismo come settore strategico per lo sviluppo locale di un territorio affascinante, anche perché periferico. La sfida è integrare i settori strategici dello sviluppo, attraverso una collaborazione tra istituzioni con la partecipazione attiva delle comunità locali e di privati che offrono esperienze innovative.

Il Capo di Leuca, seconda area interna della Regione Puglia, è nata dall’unione dei programmi d’area “Terre d’Otranto”, capofila il comune di Poggiardo, e “Terre di Leuca”, capofila il comune di Tiggiano. Con i suoi borghi delle aree interne e la costa rappresenta un territorio da riqualificare e attrezzare come prodotto turistico unitario, assicurando un buon livello di servizi e qualità della vita. Con la nascita della Destinazione turistica Sud Salento, si intende rilanciare il legame tra centri urbani e costa, tra innovazione e tradizione, tra identità locale e nuove opportunità, per rinnovare la capacità di crescita competitiva del territorio. A beneficiarne in primo luogo le comunità locali. Ma anche i turisti che scelgono i territori in cui si vive bene. Con la convenzione è stata data al sindaco di Ugento, Massimo Lecci, la delega quale soggetto coordinatore della destinazione turistica del Sud Salento mentre al sindaco di Otranto, Pierpaolo Cariddi, é stato affidato il coordinamento della Conferenza di Partenariato, composta di venti componenti, pubblici  e privati, che dovrà definire finalità e obiettivi.

"Trentacinque sindaci intenzionati a fare propria la strategia di Regione Puglia sul turismo hanno sottoscritto a Ugento l'accordo con cui nasce "Destinazione Sud Salento". Un atto di cui essere orgogliosi – commenta l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone, che ha partecipato all’incontro -Un territorio che va da Otranto a Ugento coinvolgendo i comuni dell'area interna dalle potenzialità turistiche enormi e ancora poco sfruttate. La Destinazione Turistica, con la sua capacità di aggregare comuni costieri e area interna, pubblico e privato, rappresenta lo strumento più adeguato per costruire un prodotto capace di esaltare le vocazioni territoriali per intercettare la complessità della domanda turistica globale. Dopo questo primo importante risultato - ha proseguito Loredana Capone - adesso occorre fare un lavoro di animazione del territorio e di formazione perché scaturisca dal basso, dagli operatori del settore e dalle amministrazioni, un processo che punti alla qualità dei servizi e dell'accoglienza. Enogastronomia, turismo culturale, cicloturismo, natura e sport sono sicuramente gli assi su cui costruire i prodotti turistici con cui presentarsi nelle grandi rassegne internazionali di settore. In questa prospettiva non mancherà ai comuni il supporto tecnico di Puglia Promozione."

Fra i Principi fondanti della convenzione quello di Area interna come città diffusa affacciata sulla costa e di Integrazione tra turismo e altri settori dell’economia locale, quali agricoltura, artigianato e manifatturiero, che hanno subito una crisi congiunturale con una riduzione dei saperi e delle arti e a una trasformazione del paesaggio legata all’abbandono dei campi. Entroterra e costa sono i portatori dei caratteri attrattivi del territorio, tra tradizione e paesaggi naturali. Ma occorrono politiche di rivitalizzazione dei centri storici capaci diintegrare gli interventi pubblici con l’intervento privato per il riuso delle abitazioni, negozi e botteghe all’interno dei distretti urbani del commercio.

Costruire percorsi esperenziali attraverso i quali raccontare la qualità del nostro territorio e la nostra identità culturale è diventato indispensabile per attrarre ospiti anche nei mesi non estivi In grado di apprezzare lo spirito dei luoghi – ha dettoPierpaolo Cariddi, Sindaco di Otranto - Il progetto messo in campo ha questo obiettivo principale da raggiungere con una sinergia tra regione, comuni e privati per valorizzare sempre più una terra che può mettere in campo tanti turismi”.

"Da Otranto a Ugento, rinomate località di mare ed un entroterra che narra bellezza intrecciata a saperi e antica saggezza di genti laboriose e accoglienti. Il turismo che diventa Sistema Produttivo per una terra generosa tutta da scoprire". Questo il commento del sindaco di Poggiardo, Giuseppe Colafati. Soddisfatto anche il Sindaco di Ugento, Massimo Lecci che ha espresso viva soddisfazione per la sottoscrizione dell'importante convenzione che concorrerà' a potenziare e qualificare l'offerta turistica del territorio in stretta sinergia con la Regione Puglia e gli altri portatori d'interesse pubblici e privati, mentre il sindaco di Tiggiano, Ippazio Morciano, ha sottolineato l’importanza della rete dei comuni e il grande impegno d’integrazione.

Ugento, 1 novembre 2018

BIANCA TRICARICO

Ufficio stampa Puglia promozione

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli