Articoli

COMPARTIMENTO MARITTIMO DI GALLIPOLI: VIGILANZA E SOCCORSI NELL’ULTIMO WEEKEND DI AGOSTO.

gallipoli

Nell’ultimo fine settimana di Agosto sono continuate le attività di controllo su tutto il territorio di giurisdizione al fine di continuare a vigilare sul corretto svolgimento delle attività diportistiche, della sicurezza della navigazione e della balneazione. Nel complesso sono stati effettuati 207 controlli e comminate complessivamente 41 sanzioni amministrative per un importo totale di 7.052,00 euro per il pericoloso fenomeno delle navigazioni sotto costa. Dall’inizio dell’operazione “Mare Sicuro” sono 245 le unità sanzionate a causa di tali manovre pericolose per un importo complessivo delle sanzioni amministrative pari a 42.140,00 euro.

Ancora sanzioni nei confronti dei conduttori di acquascooter per navigazione in orari non consentiti nonché per la sosta di veicoli a motore su aree del demanio marittimo non adibite a parcheggio.

Sono state soccorse/assistite n. 2 imbarcazioni con a bordo complessivamente n. 12 persone tra i quali 4 operatori subacquei.

Nel primo intervento sono state assistite n. 3 persone a bordo di un gommone con il motore in avaria nei pressi di Torre della Serpe del comune di Otranto.

Nel secondo intervento, che ha condotto al salvataggio di 4 subacquei, la Sala Operativa dell Guardia Costiera di Gallipoli era stata contattata dall’occupante la barca d’appoggio il quale, a circa 4 miglia da Punta Pizzo, con preoccupazione non aveva visto riemergere, rispetto al periodo stimato, i quattro subacquei.

Sono scattate prontamente le ricerche con l’invio di due motovedette, già in mare in attività di controllo dei litorali ed allertati i Vigili del Fuoco ed i gruppi di volontari.

Le ricerche in mare hanno consentito di rintracciare i quattro subacquei a oltre mezzo miglio di distanza dalla barca d’appoggio in buono stato di salute, che sono stati recuperati a bordo delle unità navali e successivamente trasferiti nel porto di Gallipoli.

Gallipoli, 28 agosto 2017

CAPITANERIA DI PORTO-GUARDIA COSTIERA

GALLIPOLI

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli