Articoli

CONTROLLI IN MARE DELLA GUARDIA COSTIERA A TUTELA DEI BAGNANTI. COSA DICE L’ORDINANZA.

controlli

Nell’ambito dei controlli disposti dalla capitaneria di porto in coincidenza con il pieno avvio della stagione balneare, e anche a seguito di segnalazioni al numero blu 1530, i militari della guardia costiera hanno comminato sanzioni amministrative per oltre 2mila euro, a nove unità da diporto in transito o in sosta in specchi di mare di Gallipoli interdetti alla navigazione. Le imbarcazioni sono state fatte subito sgomberare, proprio perché tali ambiti sono riservati alla balneazione.

In proposito, l’articolo 1 dell’ordinanza nr. 41/2017 del Capo del Circondario Marittimo di Gallipoli, recita che sono riservate esclusivamente alla balneazione:

  1. Nel Comune di Gallipoli, la zona di mare compresa tra la riviera di ponente e la linea ideale che collega lo Scoglio del Campo e lo Scoglio dei Piccioni
  2. Nel Comune di Porto Cesareo, la zona di mare compresa tra lo stabilimento balneare Tabù e l’isolotto antistante nonché gli spazi acquei circostanti gli altri isolotti posti ad una distanza di 500 metri dalla costa
  3. Nel Comune di Ugento, il tratto di mare compreso tra la costa e lo scoglio “Le Pazze” nonché quello compreso tra l’imboccatura del porto, lato est, e la congiungente lo scoglio “La Terra” e i quattro scogli affioranti a sud dello stesso.

Gallipoli, 10 giugno 2017

LA REDAZIONE

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli