Articoli

LUNEDÌ PROSSIMO “GALLIPOLI NOSTRA” E LA CITTÀ RICORDERANNO CARLO ANTONIO COPPOLA, GIÀ PRESIDENTE ONORARIO DI “PUGLIA & MARE”.

carlo-coppola

Lunedì prossimo, nel terzo anniversario della morte di Carlo Antonio Coppola, l’associazione <Gallipoli Nostra>, di cui fu socio onorario, lo ricorderà apponendo una targa che celebra contestualmente il milione di turisti che hanno visitato il suo frantoio oleario ipogeo situato in via Antonietta De Pace, a Gallipoli, in meno di 29 anni.

La coincidenza non è casuale. La targa voluta dal presidente del sodalizio, lo storico Elio Pindinelli, e che sarà collocata all’esterno del frantoio, ricorda infatti le due persone che hanno maggiormente contribuito a rendere possibile tale risultato: Francesco Fontò, che da fondatore e presidente del sodalizio s’impegnò con caparbia costanza nel recupero d’un bene storico che sarebbe stato determinante nell’arricchire l’offerta turistico-culturale cittadina; e il compianto Carlo Antonio Coppola, imprenditore illuminato, enologo, amante di Gallipoli nel solco d’una tradizione famigliare trasmessa anche ai suoi successori, all’epoca componente la giunta della Camera di commercio.

Coppola comprese la forza attrattiva ed emozionale del frantoio, ancora oggi intatta, dopo quasi trent’anni, tanto che 31mila visitatori paganti l’anno lo collocano, insieme con il castello, tra i maggiori attrattori turistici e culturali cittadini.

La cerimonia pubblica è in programma lunedì alle 18. Seguirà una messa in suffragio dell’indimenticato Carlo Antonio Coppola, che sarà officiata da don Gigi De Rosa nell’oratorio confraternale dell’Immacolata Concezione.

Gallipoli, 8 aprile 2017

LA REDAZIONE

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli