Articoli

LETTERA APERTA DI FEDERBALNEARI SALENTO SULLA MOVIMENTAZIONE DELLA SABBIA IN ALCUNI LIDI DI GALLIPOLI

feder

Nella mia qualità di Presidente di FederBalneari Salento faccio seguito alla notizia apparsa sui più rappresentativi quotidiani locali e relativa alla movimentazione di sabbia posta in essere da alcuni imprenditori balneari titolari di stabilimenti balneari in Gallipoli.

Premesso che non tutti i lidi in questione si trovano nella medesima posizione, si evidenzia che le operazioni di movimentazione della sabbia e accumulo della stessa, poste in essere da numerosi anni dai concessionari balneari, hanno sino ad ora permesso di salvaguardare il litorale gallipolino da fenomeni di erosione costiera, con conseguente salvaguardia del litorale e dell’arenile. Naturalmente simile operazione, contrariamente a quanto apparso sulla stampa locale, non è frutto di abusive ed illegittime iniziative dei concessionari.

Sul punto la stessa Ordinanza Balneare, all’art. 4 capo C, prevede la possibilità di porre in essere operazioni di preparazione e sistemazione della spiaggia, previa comunicazione al Comune e alla Capitaneria di Porto, comunicazione puntualmente posta in essere dai concessionari.

A ciò si aggiunga che le operazioni di movimentazione della sabbia sono state oggetto di preventiva autorizzazione sia del Comune di Gallipoli, sia della Provincia di Lecce (che ha rilasciato la necessaria Valutazione di Incidenza Ambientale) sia dell’Ente Parco di Gallipoli.

Inoltre la maggior parte dei concessionari, nell’effettuare simili operazioni, si sono attenuti alle distanze previste dal cordone dunale ed alla volumetria di sabbia imposta dalle citate autorizzazioni.

Inoltre, per poter procedere alla detta movimentazione, sono stati utilizzati solo mezzi meccanici gommati, così come prescrive l’Ordinanza Balneare.

Nel ribadire la posizione di FederBalneari, improntata sempre al rispetto della legalità e ad uno spirito collaborativo con le Forze dell’Ordine e le Autorità Giudiziarie, ci auspichiamo che sulla faccenda possa essere fatta chiarezza.

Lecce, 21.12.2016                                                       

Il Presidente di FederBalneari Salento

Mauro Della Valle

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli