Articoli

ESERCITAZIONI DI GUARDIA COSTIERA NEL SALENTO

esercitazioni

Esercitazioni, condotte e coordinate dalla guardia costiera, si sono svolte nei giorni scorsi nel porto di Otranto, nell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo e in una darsena di Gallipoli.

Nel porto adriatico, si è trattato di un’esercitazione di security condotta dai militari di Gallipoli e di Otranto. E’ stata simulata la presenza d’una persona non identificata scesa dalla motonave <Koravi> con uno zaino potenzialmente contenente esplosivo. All’unità di crisi che si è riunita nell’area portuale ha partecipato anche personale di polizia di Stato, carabinieri, guardia di finanza e vigili del fuoco ed è stato coinvolto l’equipaggio della motonave attraccata alla banchina idruntina.

Le altre due esercitazioni, coordinate dalla sala operativa della capitaneria di porto di Gallipoli, hanno testato le procedure e la capacità di coordinamento per fronteggiare un inquinamento marino da idrocarburi al limite dell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo nonché un incendio scoppiato presso una darsena privata situata nelle immediate vicinanze dello scalo commerciale gallipolino.

All’esercitazione antinquinamento ha preso parte anche il battello disinquinante “IEVOLECO QUINTO” del Consorzio Castalia che per effetto di un contratto con il Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, è nella disponibilità del capo del compartimento marittimo di Gallipoli per fronteggiare tali tipi di emergenze.

L’esercitazione antincendio, partita dalla simulazione d’incendio a bordo d’una barca a vela, ha consentito di testare anche le capacità di reazione dei mezzi e degli uomini inseriti nel Piano antincendio della capitaneria di porto di Gallipoli per fare fronte a situazioni di emergenza plurime e quasi contestuali.

A conclusione delle esercitazioni, il comandante del compartimento marittimo, capitano di fregata Domenico Morello, ha preso atto dell’attenta e scrupolosa capacità d’intervento che, insieme con le sinergie necessarie, ha reso efficiente l’organizzazione ed efficaci gli interventi posti in essere dalla guardia costiera.

Gallipoli, 17 dicembre 2016

LA REDAZIONE

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli