Articoli

SBANCAMENTO DUNE: LA GUARDIA COSTIERA SEQUESTRA UN’AREA DI 670 MQ PER A SAN FOCA DI MELENDUGNO

MELENDUGNO PRIMA

MELENDUGNO DOPO

Nella giornata di ieri i militari della Guardia Costiera, dopo aver accertato lo svolgimento di alcune attività irregolari, hanno posto sotto sequestro in località Marina di San Foca di Melendugno, un’area di circa 670 metri quadri sottoposta a vincolo paesaggistico.

Nell’ambito dei normali controlli demaniali ed ambientali lungo il litorale di giurisdizione, i militari, dopo aver effettuato alcuni riscontri fotografici e topografici dello stato dei luoghi, hanno potuto constatare come in una zona sottoposta a vincolo paesaggistico sarebbero avvenuti, senza alcuna autorizzazione, lo sbancamento di alcuni cordoni dunari, la distruzione della vegetazione costiera ed il gettito di diverso materiale di tipo inerte.

Gli ufficiali di polizia giudiziaria dell’Ufficio locale marittimo di San Foca di Melendugno, pertanto, su disposizione del P.M. di turno della Procura della Repubblica di Lecce, hanno posto sotto sequestro tutta l’area interessata e proceduto a deferire alla stessa autorità giudiziaria il presunto responsabile per i reati di danneggiamento, distruzione o deturpamento di bellezze naturali, innovazioni non autorizzate in zone sottoposte a vincolo paesaggistico ambientale.

Fra le ipotesi al vaglio degli investigatori, vi è quella che le attività illecite sopra descritte fossero preordinate alla realizzazione di un autoparcheggio.

GALLIPOLI 23.11.2016

CAPITANERIA DI PORTO-GUARDIA COSTIERA

GALLIPOLI

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli