Articoli

IN TERRA D’ARNEO L’ANNUALE APPUNTAMENTO CON IL COORDINAMENTO NAZIONALE DELL’OPERA ROMANA PELLEGRINAGGI

sito 1

La Terra d’Arneo fa bella mostra di sé tra le proposte di viaggio per la Regione Puglia del nuovo catalogo 2016/2017 a cura dell’Opera Romana Pellegrinaggi (ORP). Un percorso tra spiritualità e bellezze architettoniche, masserie e città d’arte, per conoscere l’anima genuina e la forte vocazione religiosa – culturale di questa parte del Salento.

È questo il risultato di un accordo di partenariato siglato presso la sede del GAL Terra d’Arneo lo scorso 10 settembre alla presenza di Monsignor Liberio Andreatta, vice presidente ed Amministratore delegato dell’ORP, giunto sul nostro territorio per conoscerlo da vicino e coinvolgere le imprese turistiche, ricettive, ristorative e di servizi del settore terziario nella definizione di un percorso di turismo religioso che vedrà protagonisti i 12 comuni di Terra d’Arneo, le più importanti città d’arte del Salento e i luoghi protetti dal FAI. Il progetto, che vede il sostegno della Regione Puglia, mira infatti ad attivare sinergie tra i principali attori territoriali, stabilendo solidi accordi che possano far guardare al segmento del turismo culturale e religioso come ai più significativi del territorio regionale.

Tra le iniziative più importanti che attendono la partnership GAL – ORP c’è lo svolgimento, proprio in Terra d’Arneo, del Coordinamento Nazionale, evento che raduna da tutta Italia circa 200 partecipanti tra collaboratori, assistenti spirituali, animatori pastorali, promotori, organizzatori, influencers ed opinion leader nell’ambito dei pellegrinaggi. Si tratta di un appuntamento tradizionale per ORP, quest’anno in programma dal 21 al 26 novembre p.v., dedicato alla presentazione dei programmi di viaggio 2016/2017 oltre che all'approfondimento pastorale e formativo dei partecipanti. Il Coordinamento Nazionale, durante il quale ai lavori si alterneranno momenti culturali e visite d’arte, occasioni di arricchimento spirituale ed umano, di condivisione e di reciproca conoscenza, è un evento che coinvolge da sempre il territorio che lo ospita.

L’iniziativa si svolgerà nella Città di Gallipoli, coordinata dal GAL Terra d’Arneo e Opera Romana Pellegrinaggi con il sostegno della Regione Puglia, della Banca di Credito Cooperativo di Leverano e degli operatori privati tra cui i gruppi Caroli Hotels e Seat trasporti.

Siamo orgogliosi di ospitare questo evento della grande famiglia ORP e di coinvolgere tutto il territorio ed i suoi operatori in questo nuovo percorso di crescita che può fungere solo da stimolo per qualificare e destagionalizzare la nostra offerta – spiega Cosimo Durante, Presidente del GAL Terra d’Arneo. Il GAL ha già individuato nel turismo l’ambito tematico prioritario su cui investire maggiormente per il futuro, integrandolo con i servizi e con le filiere delle tipicità. Un’offerta ricca e composita che non ha nulla da invidiare alle altre mete del turismo culturale e religioso”.

Per l'edizione annuale del Coordinamento Nazionaledichiara Mons. Liberio Andreatta Amministratore Delegato di Opera Romana Pellegrinaggi – “abbiamo scelto una terra ricca di bellezze naturali, di storia, di arte e di cultura; una terra dove la fede, nei secoli, ha trovato manifestazione in capolavori di straordinaria bellezza. Vogliamo quindi promuovere questi incantevoli luoghi della nostra Italia nel modo che ci è proprio: portando nella Terra d’Arneo, in pellegrinaggio, coloro che desiderano vivere una toccante esperienza di fede e cultura”.

I cammini religiosi sono pellegrinaggi di grande rilevanza religiosa, storica, umana, ma anche una grande occasione di promozione del territorio. Ecco perché l'iniziativa di Opera Romana Pellegrinaggi in Salento è un'opportunità anche per rilanciare una fetta di turismo, quello religioso, su cui la Regione Puglia sta investendo, consapevole del grande patrimonio architettonico e culturale da valorizzare e comunicare - commenta l’Assessore Loredana Capone - E il Salento ha molto da vivere e da raccontare. Anche per questa ragione stiamo estendendo al Capo di Leuca il percorso della via Francigena. Promuovere il turismo religioso significa per noi diversificare l'offerta turistica, promuovere un turismo lento, che attraversa sentieri e centri storici, parchi, e non affolla solo le nostre meravigliose spiagge; significa destagionalizzare e generare, dunque, nuovo interesse, nuova attrattiva, nuovo movimento, nuova occupazione. In quest'ottica la collaborazione con il GAL Terra d'Arneo è estremamente positiva e proficua. Da Copertino, Paese di San Giuseppe, il Santo che vola, a Gallipoli, a Otranto, c’è tanto da raccontare e una serie di itinerari che fanno vivere esperienze uniche”.

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli