Articoli

L’UOMO DI ALTAMURA HA UN VOLTO

L’Uomo di Altamura è lo scheletro di Homo neanderthalensis scoperto il 3 ottobre 1993 nella grotta di Lamalunga, nei pressi di Altamura, struttura carsica profonda tra 25 e 30 metri. Lo scheletro, datato tra i 128.000 e i 187.000 anni fa, fu scoperto da tre speleologi di Bari che stavano condividendo una campagna di ricerca con il Cars-Centro altamurano ricerche speleologiche. L’ambiente carsico ha concrezionato le ossa, saldandole tra di loro e rendendole fisse, e ciò ha posto problemi di osservazione e di studio di difficile soluzione. Lo scheletro, però, è completo, e mentre si cercano nuovi approcci metodologici in grado di salvaguardarlo, è stata realizzata una ricostruzione iperrealistica del nostro antenato.

L’appuntamento per chi voglia conoscerla in anteprima è fissato per martedì prossimo presso il cinema teatro “Mangiatordi” di Altamura.

Dettagli ed interventi si possono evincere dalla locandina di seguito riportata.

LA REDAZIONE

 

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli