Articoli

MOLFETTA: CERIMONIA D’INTITOLAZIONE DELLA NUOVA SEDE DELLA CAPITANERIA DI PORTO “DAMIANO ALTOMARE”

Venerdì 15 aprile alle ore 10.30 si terrà la Cerimonia di intitolazione della sede nuova della Capitaneria di porto di Molfetta sita in banchina San Domenico alla presenza delle Autorità civili, religiose e militari.

La sede nuova della Caserma sarà intitolata a Damiano Altomare, marinaio molfettese decorato con Medaglia d’argento al valor militare per la seguente motivazione: ”Imbarcato su un incrociatore durante un combattimento navale, veniva colpito mortalmente dal fuoco nemico. Sentendosi prossimo a morire, scriveva alla madre: Mamma, sono contento di essere finito forse così, vi bacio tutti, dando luminosa prova del suo alto spirito di sacrifico e di completa dedizione alla Patria”.

Lo stesso era imbarcato sull’incrociatore della Regia Marina “Bolzano” dove morì il 09 luglio 1940 nel corso della battaglia di Punta Stilo.

Il programma della giornata prevede, alle ore 08.30, l’apertura del “Museo dei Marinai di Molfetta” presso i locali interni della sede nuova della Capitaneria; alle ore 10.30 è previsto l’arrivo delle autorità militari e civili e degli ospiti mentre alle ore 10.45 sarà officiata la Santa Messa da S.E. Monsignor Domenico Cornacchia, Vescovo di Molfetta.

A seguire si procederà con la Cerimonia di intitolazione della Caserma e lo scoprimento della targa in onore del marinaio Damiano Altomare e quindi con l’imbarco delle Autorità a bordo delle unità della Guardia Costiera per il gettito a mare della corona in onore dei Marinai di Molfetta deceduti in guerra.

Si ricorda inoltre che nella stessa giornata di venerdì, dalle ore 08.30 alle 10.30 e dalle 15.00 alle 17.00 sarà possibile visitare una mostra dell’Associazione Eredi della Storia presso la nuova sede della Capitaneria, riferita a fotografie, cartoline e cimeli di marinai imbarcati sulle navi della Regia Marina nella Prima e Seconda Guerra Mondiale.

Molfetta, 11.04.2016

CAPITANERIA DI PORTO – GUARDIA COSTIERA

MOLFETTA

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli