Articoli

Taranto. Il Forum provinciale aderisce al comitato “Vota si per fermare le trivelle”

Le Associazioni familiari joniche: “Perché votare SI al Referendum del 17 aprile”

Il Forum delle Associazioni familiari di Taranto, composto da circa diciotto realtà associative, aderisce al Comitato di Taranto “Vota Sì per fermare le trivelle”.

Assicura l'impegno attivo degli iscritti alle associazioni aderenti e agli amici del Forum a tutte le iniziative, necessarie per informare correttamente e puntualmente i cittadini sul quesito referendario e soprattutto per invitarli ad andare a votare il 17 aprile prossimo.

La città di Taranto da anni al centro del dibattito nazionale per i danni ambientali e sanitari, dovuti all'inquinamento industriale, deve partecipare con convinzione al voto nella consapevolezza che il perseguimento della sostenibilità ambientale è diventata improcrastinabile e che è necessario ricercare forme di sviluppo alternativo.

Taranto, una delle più importanti città costiere, non può vedere ulteriormente compromessa la bellezza delle sue coste e la possibilità di favorire le tradizionali attività della pesca e della coltivazione dei mitili, del turismo e del pieno utilizzo della risorsa del mare, le attività turistiche e culturali. I cittadini di Taranto devono dire un chiaro SI all'abrogazione della norma legislativa che rende senza scadenza le licenze di estrazione e di ricerca del petrolio entro le 12 miglia dalla costa. Inoltre devono essere bloccate tutte quelle nuove attività – TEMPA ROSSA - che incidono pesantemente con effetti negativi e disastrosi sull’Ambiente, ma soprattutto con effetti devastanti per i nostri bambini e le nostre famiglie.

Il Forum provinciale di Taranto, dunque, sposa in toto le parole dell'arcivescovo Filippo Santoro rilasciate nei giorni scorsi al quotidiano Avvenire: “Quello che mi fa stare in allerta e mi fa dire un chiaro no alla Tempa Rossa e un sì al referendum contro le trivelle è che in un territorio ferito, lacerato, maltrattato non si può ulteriormente fare interventi a rischio. Servono solo interventi curativi. E un nuovo modello di sviluppo”.

Per tali valide ragioni bisogna andare numerosi alle urne e votare SI al referendum del 17 aprile avendo anche l’obiettivo di raggiungere il quorum del 50% + 1 degli aventi diritto al voto.

Taranto, 5 aprile 2016

Il Presidente del Forum delle Associazioni Familiari di Taranto
Dott. Marino Albergo

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli