Articoli

OTRANTO: RINASCE LA PRO LOCO

Rinasce la Pro loco di Otranto. L’assemblea dei soci ha eletto il primo consiglio direttivo, ne fanno parte: Sandro Minerva, presidente; Alessandro Bello, vice presidente; Alfredo Ferramosca, segretario; Massimo Giannetta, tesoriere. Consiglieri: Simona Muscatello, Ursula Caroppo, Virgilio Pelillo, Sandra Spano e Fernando Stifani.

Otranto non era più sede dell’Associazione dal 1978 per effetto della legge regionale che aveva istituito l’Azienda di soggiorno e turismo, legge che non consentiva la presenza nello stesso comune di una sede dell’Azienda e della Pro Loco. Ora con Puglia Promozione il radicamento sul territorio è nuovamente affidato alle Pro Loco, perciò quella di Otranto rinasce con la specifica finalità di valorizzare e pubblicizzare le potenzialità della Città dei Martiri, dei suoi monumenti, delle sue coste, dell’entroterra ricco dei segni delle genti che da millenni lo abitano lasciando traccia delle loro culture.

Perciò la Pro Loco nasce con la missione di svolgere attività di: promozione sociale; valorizzazione delle potenzialità naturalistiche, culturali, storiche, turistiche ed enogastrnomiche della città di Otranto, del suo centro storico e della sua area agricola, del suo ambiente naturale e delle sue antiche architetture, delle sue aree archeologiche e del suo patrimonio culturale ed ambientale. Quindi, tutela e miglioramento delle risorse ambientali, turistiche e culturali del luogo; assistenza, tutela e informazione turistica; iniziative di sensibilizzazione della popolazione residente nei confronti del fenomeno sociale, culturale, ambientale e turistico; organizzazione di iniziative e di manifestazioni per favorire la conoscenza, la valorizzazione e la salvaguardia delle risorse culturali e turistiche di Otranto.

Poiché Otranto e l’estate sono binomio indissolubile, la Pro Loco ha scelto di “presentarsi” agli otrantini ed ai turisti nel fine settimana che precede il solstizio, così sabato 18 e domenica 19 giugno saranno i giorni della “Festa della luce” che mostrerà una città dai giardini e dai balconi fioriti, un multicolore inno all’estate che sarà protagonista e contorno al meglio di ciò che la Città ed il suo hinterland offrono in tema d’artigianato ed enogastronomia. Poi, a seguire, per tutta l’estate e fino al Natale, una serie di eventi su temi culturali, enogastronomici, di sensibilizzazione al rispetto dell’ambiente, di promozione delle tradizioni.

Otranto, 29 febbraio 2016

Camillo De Donno

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli