Articoli

GUARDIA COSTIERA: ANCORA SIGILLI A TORRE LAPILLO PRESSO ABITAZIONI PER ABUSI SUL DEMANIO MARITTIMO

Nuove abitazioni e ville situate lungo il tratto costiero del Comune di Porto Cesareo sono risultate, a seguito dei controlli eseguiti dalla Guardia Costiera di Gallipoli, in parte abusive. I militari, dallo scorso mese di Dicembre, stanno eseguendo verifiche incrociate presso gli Uffici dell’Agenzia del Demanio e dell’Ufficio Provinciale del territorio di Lecce allo scopo di accertare la regolarità di immobili presenti lungo il demanio marittimo in aree soggette a vincoli paesaggistici.

Dall’esame e dalla comparazione della cartografia relativa ad abitazioni ed aree recintate presenti lungo il litorale di Torre Lapillo, la Guardia Costiera di Gallipoli ha ricostruito lo storico di due immobili che sono stati in gran parte sequestrati.

I sigilli sono stati apposti su due aree aventi una superficie complessiva di seicento metri quadrati, sottratta alla pubblica fruibilità in quanto interclusa da sessanta metri lineari circa di muri di recinzione realizzati al fine di riservarne l’utilizzo, come giardino privato, ai proprietari delle adiacenti abitazioni. Oltre alle aree suddette sono stati anche sequestrati quarantacinque metri lineari circa di manufatto, abusivamente realizzato quasi totalmente sull’arenile.

I responsabili sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per avere realizzato opere in assenza o difformità al permesso di costruire in zone sottoposte a vincolo paesaggistico, contestando i pertinenti reati di cui al Codice della Navigazione, al Codice dei beni culturali e del paesaggio, al Codice Penale ed al Testo Unico in materia edilizia.

Gallipoli, 17 febbraio 2016

Capitaneria di Porto - Guardia Costiera Gallipoli

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli