Articoli

GUARDIA COSTIERA: SEQUESTRATO PRODOTTO ITTICO PER FRODE IN COMMERCIO

Nel corso degli ordinari controlli sulla filiera della pesca, sono stati sequestrati circa dieci chilogrammi di prodotto ittico vario, presso noti esercizi commerciali della piccola e grande distribuzione siti a Lequile e Cavallino.

I militari della Capitaneria di porto di Gallipoli, nel risalire la filiera della pesca, hanno riscontrato delle discordanze tra quanto riportato in etichetta e quanto descritto nei documenti commerciali. Nello specifico venivano poste in vendita specie ittiche decongelate con l’indicazione in etichetta di “prodotto fresco”.

Oltre al sequestro del prodotto ittico venduto al pubblico, sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria, in stato di libertà, i responsabili dei punti vendita ipotizzando il reato di frode in commercio ed elevando sanzioni amministrative per pubblicità ingannevole e mancanza di etichettatura per un importo complessivo di settemilacinquecento euro.

A questa attività si aggiunge il sequestro di attrezzi da pesca non segnalati e pericolosi per la navigazione effettuato alle primi luci dell’alba da una unità della Guardia Costiera di Gallipoli. Le specie ittiche catturate, previo accertamento dello stato di commestibilità da parte del competente servizio veterinario, sono state donate in beneficienza a due parrocchie della città di Gallipoli. 

Gallipoli, 8 ottobre 2015

Capitaneria di Porto-Guardia Costiera

Gallipoli

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli