Articoli

UN SEQUESTRO A CASTRO NEL BILANCIO D’ATTIVITÀ DELLA GUARDIA COSTIERA

Nel primo fine settimana del mese di Settembre, i militari del Compartimento Marittimo di Gallipoli sono stati impegnati nell’attività di controllo e vigilanza nel territorio e nelle acque di giurisdizione, dove sono state effettuate complessivamente centoquarantasei verifiche, di cui cinquantadue via mare e novantaquattro via terra, che hanno portato all’elevazione di dieci sanzioni amministrative per un importo complessivo pari ad oltre mille euro ed alla denuncia di una persona in stato di libertà.

Circa trenta sono state le chiamate pervenute presso la Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Gallipoli inerenti segnalazioni di condotte illecite lungo il litorale e richieste di soccorso.

Nel complesso, sono state assistite due persone nell’ambito dell’intero Compartimento Marittimo di Gallipoli.

Tra gli eventi di maggior rilievo vi è da segnalare il sequestro in località “Argentiera” del comune di Castro di attrezzature balneari occupanti complessivamente un’area di circa trecentoquarantotto metri quadrati di area demaniale marittima nonché impiantistica varia per mezzo della quale veniva captata acqua dal mare per gli usi di una piscina naturale insistente sulla scogliera.

Gallipoli, 7 settembre 2015

Capitaneria di Porto - Guardia Costiera

Gallipoli

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli