Articoli

DALLA GUARDIA COSTIERA DI MOLFETTA: CONSIGLI PER LA BALNEAZIONE SICURA A TUTTE LE LATITUDINI

Stante l’avvicinarsi del Ferragosto, ormai in piena stagione balneare, la Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Molfetta, nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro 2015”, rafforza l’assetto operativo e predispone ulteriori servizi a terra ed in mare con il coinvolgimento di tutti i mezzi navali dipendenti, al fine di garantire una corretta e sicura fruizione del mare e delle spiagge lungo il litorale dei Comuni di Molfetta e Giovinazzo.

I controlli in mare e a terra sono finalizzati a prevenire incidenti e scoraggiare comportamenti contrari alle regole. Ad oggi, l’attività via mare condotta, con i 4 mezzi nautici del Compartimento (una motovedetta e tre battelli veloci) ha permesso da un lato, di soccorrere e prestare assistenza a vari natanti e imbarcazioni in difficoltà, e dall’altro ha evidenziato (finora) un comportamento virtuoso dei diportisti ai quali sono stati rilasciati i cosiddetti “bollini blu” a seguito dei controlli sulla regolarità delle dotazioni e della documentazione di bordo.

Continua anche il contrasto all’uso “selvaggio” delle moto d’acqua che devono navigare oltre i 400 mt dalla costa. Tutte le altre unità, invece, devono mantenersi ad una distanza superiore ai 200 mt dalla battigia. Un’altra importante prescrizione è il limite di velocità delle unità da diporto tra 200 e 1.000 metri dalla costa, fissato in 10 nodi. Nell’occasione, si ricorda, altresì, che windsurf e acquascooter devono usare i corridoi di lancio.

Norme particolari valgono per il tratto di mare antistante il centro storico di Molfetta e Cala Sant’Andrea, ove le unità a motore devono tenersi ad una distanza di sicurezza di non meno di 50 metri dalle scogliere frangiflutti e dal molo, procedendo a velocità non superiore ai 5 nodi. È vietato varcare le barriere frangiflutti per rischio incaglio. È vietato ormeggiare anche temporaneamente al molo esterno di Cala Sant’Andrea. In ogni caso sul sito istituzionale di questa Capitaneria di Porto è visionabile l’ordinanza n. 33/2015.

Si consiglia, anche, ai proprietari dei natanti di controllare il livello di carburante prima di partire e verificare le condizioni meteomarine, di osservare le distanze dai segnali che indicano un sub immerso, di portare i documenti di bordo e le dotazioni di sicurezza (in numero adeguato per le persone a bordo in ragione della distanza dalla costa) e di navigare con massima attenzione all’orizzonte per prevenire collisioni con persone o oggetti galleggianti.

Al fine di ricordare quali siano le fondamentali norme di prudenza affinché una bella giornata di riposo e divertimento rimanga tale, la Capitaneria di Porto offre alcuni consigli utili per una balneazione sicura.

1. Avverti i tuoi amici o famigliari quando vai in acqua a fare un bagno e avvisali quando hai finito il bagno. In questo modo sapranno quando sei entrato e uscito dal mare e non penseranno ti sia successo qualcosa.

2. Non fare il bagno se non sei in perfette condizioni psicofisiche.

3. Anche se sei un buon nuotatore non forzare il tuo fisico.

4. Dopo una lunga esposizione al sole entra in acqua gradualmente.

5. Lascia trascorrere almeno tre ore dall’ultimo pasto prima di fare il bagno.

6. Non entrare in acqua quando è esposta la bandiera rossa.

7. Avverti amici o famigliari sul posto dove fai il bagno in caso di emergenza sapranno dove rintracciarti.

8. Se non sai nuotare bagnati in acque basse all’interno delle boe bianche che indicano il limite delle acque sicure (1,60 mt di profondità).

9. Sappi che i bagnini sulla spiaggia sono in collegamento diretto con la Capitaneria di Porto.

10. Non allontanarti oltre le boe rosse che delimitano la zona di sicurezza per la balneazione (200 metri dalla spiaggia).

11. Non allontanarti dalla spiaggia usando materassini, ciambelle, galleggianti o piccoli canotti gonfiabili.

12. Non fare il bagno nel porto e nei corridoi di lancio delle imbarcazioni.

13. Non fare tuffi dagli scogli. Un tuffo fatto male può portare a paralisi o morte.

14. Fai il bagno solo dove non c’è un divieto di balneazione.

15. Osserva quanto previsto nelle ordinanze per la disciplina delle attività balneari, in particolare:

- non recare disturbo alla quiete dei bagnanti (schiamazzi, giochi, radio a volume elevato);

- non portare animali sulla spiaggia, ad eccezione delle zone ove espressamente previsto;

- non montare tende, accendere fuochi, campeggiare sulla spiaggia.

Si ricorda che l’Autorità Marittima è a disposizione per tutte le informazioni necessarie, rivolte ai diportisti e bagnanti, attraverso uno specifico “sportello informativo” aperto presso la Capitaneria fino al 20 agosto dalle ore 08.00 alle ore 20.00.

In caso di necessità è sempre attivo il Numero Blu 1530, che è il numero di emergenza in mare. Si tratta di un numero gratuito, attivo 24 ore al giorno, su tutto il territorio nazionale che costituisce un filo diretto tra le Capitanerie di porto e quanti in difficoltà in mare chiedono un pronto intervento alla Guardia Costiera.

La Capitaneria di Porto di Molfetta, ricorda, infine, che il nuovo sito internet istituzionale, collegandosi al quale è possibile consultare l’Ordinanza di Sicurezza Balneare nonché il Regolamento di disciplina della nautica da diporto in vigore, è il seguente http://www.guardiacostiera.gov.it/molfetta.

Molfetta, 12 agosto 2015

Capitaneria di Porto - Guardia Costiera 

Molfetta

 

 

 

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli