Articoli

LA GUARDIA COSTIERA SOCCORRE IMBARCAZIONE DI MIGRANTI CON 123 PERSONE A BORDO

A seguito della richiesta di aiuto pervenuta telefonicamente per il tramite della  Stazione Radio Costiera di Crotone, sono stati soccorsi nella mattinata odierna dalla Guardia Costiera di Gallipoli centoventitre migranti a bordo di una imbarcazione in difficoltà al largo di Santa Maria di Leuca.

Le operazioni, scattate alle prime luci dell’alba alla ricezione del “May Day” - segnale internazionale di soccorso - lanciato via radio dall’imbarcazione per una presunta avaria agli organi di propulsione e di manovra, sono state coordinate dalla sala operativa della Capitaneria di porto di Gallipoli che ha immediatamente attivato le vigenti procedure previste dal Piano Nazionale SAR disponendo l’intervento di due motovedette della Guardia Costiera partite, rispettivamente, da Gallipoli e da Santa Maria di Leuca e dirottato in zona una nave mercantile in transito.

Dopo aver individuato l’unità navale alla deriva a circa venticinque miglia nautiche dalle coste salentine i militari della Guardia Costiera hanno proceduto al trasbordo sulle motovedette del Corpo dei migranti tra cui molti bambini e donne di cui una in stato interessante, presumibilmente di nazionalità siriana / afgana, operazione resa particolarmente difficoltosa dalle cattive condizioni del mare, per poi dirigere nel porto di Santa Maria di Leuca assistiti, altresì, da un pattugliatore d’altura di nazionalità inglese dell’Agenzia FRONTEX dell’Unione Europea.

Nel corso della mattinata, la squadra investigativa interforze effettuerà tutti gli accertamenti di polizia giudiziaria dai quali si potranno ricostruire con maggiori dettagli le dinamiche del flusso migratorio.

Gallipoli, 11 luglio 2015

Capitaneria di Porto-Guardia Costiera 

Gallipoli

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli