Articoli

MANFREDONIA: SUBACQUEO IN DIFFICOLTA' IN MARE PER EMBOLIA

Oggi 12 giugno, a circa dieci miglia dalla costa garganica, al traverso della località Vignanotica, il personale della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Manfredonia, diretta dal Capitano di Fregata Marcello Luigi Notaro, ha prestato soccorso ad un subacqueo colto da malore durante un’immersione.

Ricevuta la richiesta di soccorso, il Comandante della Motovedetta CP 820, unità navale armata ed equipaggiata per operazioni di ricerca e soccorso in mare, dipendente dalla Capitaneria di Porto, ha immediatamente dato l’ordine di mollare gli ormeggi per raggiungere il sub in difficoltà. Preventivamente, la Sala Operativa della Capitaneria, ha richiesto l’intervento del 118, ottenendo l’ausilio del personale sanitario in banchina portuale.

Il personale operante a bordo del mezzo navale, giunto prontamente sul luogo dell’incidente, ha recuperato l’uomo ed ha raggiunto alla massima velocità la banchina del molo di Ponente del porto di Manfredonia, dove attendeva l’ambulanza del 118 al cui personale veniva affidato il malcapitato. I sanitari intervenuti hanno subito riconosciuto i sintomi del soggetto assistito come riconducibili ad un caso di embolia, conseguenza dell’immersione subacquea, da trattare tramite utilizzo di camera iperbarica e, non essendo disponibile in Provincia di Foggia tale apparecchiatura, hanno trasportato il malcapitato presso la struttura ospedaliera “San Paolo” di Bari.

Tale operazione degli uomini della Guardia Costiera di Manfredonia, seppur condotta come se si trattasse di un episodio reale, fortunatamente rientrava tra le periodiche esercitazioni di ricerca e soccorso che la Capitaneria svolge per il mantenimento dell’efficienza operativa delle risorse assegnate.

Manfredonia, 12/06/2014

                                                                                                                              CAPITANERIA DI PORTO - GUARDIA COSTIERA

                                                                                                                                                                  MANFREDONIA

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli