Articoli

SBARCO DI MIGRANTI SULLE COSTE SALENTINE

Nella mattinata di ieri è stato intercettato un motoveliero, un bialberi di venti metri con scafo in legno, battente bandiera bulgara con a bordo 75 migranti non regolari (58 uomini, 7 donne, 10 minori) di presunta nazionalità afgana, irachena e somala che sono stati soccorsi a circa 4 miglia a largo di Tricase.

Le operazioni di soccorso, scattate in mattinata a seguito di segnalazione da parte di un velivolo islandese dell’Agenzia FRONTEX dell’Unione Europea, sono state coordinate dalla Capitaneria di Porto di Gallipoli che ha disposto l’impiego di due motovedette.

Sul posto è intervenuto, altresì, un mezzo navale della Squadra Nautica della Guardia di Finanza di Gallipoli. Durante le operazioni sono stati identificati i 3 scafisti, di nazionalità ucraina, che sono stati arrestati congiuntamente da militari della Guardia Costiera e Guardia di Finanza. I migranti, trasbordati a bordo delle unità della Guardia Costiera, sono sbarcati nel porto di Santa Maria di Leuca dove, accertate le buone condizioni di salute da parte del personale del 118, sono stati successivamente trasferiti presso il centro di prima accoglienza “Don Tonino Bello” mentre il motoveliero è stato rimorchiato nel porto di Santa Maria di Leuca.

Nel corso della giornata la squadra investigativa interforze effettuerà tutti gli accertamenti di polizia giudiziaria dai quali si potranno ricostruire con maggiori dettagli le dinamiche del flusso migratorio.

Gallipoli, 25 maggio 2015

Capitaneria di Porto - Guardia Costiera Gallipoli 

 

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli