Articoli

IL CONSIGLIO COMUNALE DI GALLIPOLI CONDIVIDE LE PROPOSTE DI PUGLIA&MARE SULLE INTITOLAZIONI DELLE BANCHINE PORTUALI

La banchina foranea dello scalo commerciale jonico è stata intitolata a Totò Fitto, la banchina lido a Niccolò e Carlo Coppola. E' quanto deliberato oggi, a voti unanimi, dal consiglio comunale presieduto da Cosimo Giungato, aderendo alle proposte che questa associazione Puglia & Mare aveva indirizzato al sindaco Francesco Errico in quanto intima espressione della dimensione marinara di Gallipoli.

E' noto infatti che Totò Fitto da presidente della giunta regionale trovò il modo di finanziare l'ampliamento del porto; Niccolò Coppola fu fautore dell'istituzione del Compartimento marittimo e il figlio Carlo, già presidente onorario di Puglia & Mare, è stato un precursore del turismo nautico, realizzando da presidente Assonautica il primo approdo cittadino, e ha sostenuto quello culturale, perchè da componente la giunta camerale ha consentito che mediante la mano privata il frantoio ipogeo di via De Pace diventasse patrimonio civico.

Inoltre, la celebrazione dei 150 anni trascorsi dalla fondazione del Corpo della capitanerisa di porto-guardia costiera, ha offerto l'occasione per esaltare il proficuo legame che ha sempre caratterizzato il rapporto della città con l'autorità marittima locale, intitolando Largo guardia costiera la banchina di riva adiacente la capitaneria e il lungomare Marconi.

Non ultima, il consiglio ha anche varato l'intitolazione Passeggiata Mario Foscarini per quella adiacente il lungomare Galilei, realizzata mentre l'onorevole Mario Foscarini, che è stato parlamentare del Pci dal 1968 al 1976, era sindaco della città.

Rimaendo in tema di intitolazioni, il presidente Cosimo Giungato ha anche preannunciato che gallerie pedonali saranno intitolate a due concittadini, previa deroga necessaria (come per Carlo Coppola) non essendo trascorsi 10 anni dalla loro scomparsa: Fabio Zacà, cardiologo di chiara fama apprezzato anche per le sue doti umane, cui dovrebbe essere dedicato il neo-realizzato collegamento tra le vie Mazzini e Ampelea a proposito della quale Giungato ha riconosciuto la pronta adesione del costruttore Giovanni De Marini; Antonio Crisogianni, giovane commercialista deceduto mentre ricopriva la carica di assessore, alla cui memoria dovrebbe essere dedicata la galleria che collega il corso Roma con via del mare.

Commenti a più voci e tutti favorevoli ai provvedimenti dell'assise jonica.

"Oggi il consiglio comunale di Gallipoli nell’ambito del piano generale di intitolazione delle strade, su proposta della associazione Puglia e Mare, ha intitolato il molo foraneo a Totò Fitto, padre di Raffaele, che da Presidente della Regione finanziò l’ampliamento del porto e il molo Banchina di Lido a Niccolò e Carlo Coppola, nonno e padre di Giuseppe", sostiene l'onorevole Rocco Palese (Fi); il quale, spiegati i motivi delle intitolazioni, conclude: "Un sincero ringraziamento va al sindaco Errico, al presidente del consiglio comunale, Giungato ed all’intero consiglio per la grande sensibilità e la gratitudine dimostrata nell’aver voluto riconoscere il ruolo fondamentale che questi tre autorevoli esponenti  della nostra comunità, hanno svolto per lo sviluppo del nostro territorio".

Il segretario del locale circolo di Sel, Massimo Esposito, esprime soddisfazione per il giusto riconoscimento tributato all'onorevole Mario Foscarini, "che si è fatto padre della città e ha contribuito al suo sviluppo con impeccabile condotta politica e amministrativa e indiscutibile spessore morale". Nel suo ringraziamento al consiglio comunale associa coloro che, nel decennale della scomprsa di Foscarini, avevano sottoscritto la proposta con lui: Silvio Bardi (Pd), Assunta Cataldi (Puglia in più) e Romano Fiammata (Partito comunista d'Italia). Tale ultimo ricorda le molte opere nelle quali ha lasciato l'impronta di amministratore l'onorevole Foscarini, cui per altro è intitolata la sezione.

Gallipoli, 9 marzo 2015

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli