Articoli

A GALLIPOLI, L'ALTRA NOTTE AUTO IN MARE SENZA DANNI

Un'auto Lancia Musa è finita in mare con il muso e si è ribaltata (come documenta la foto di Michele Esposito), ma fortunatamente l'incidente non ha avuto gravi conseguenze per il conducente, un 45enne del luogo, che alcune persone hanno provveduto ad estrarre dall'auto dal portellone posteriore. E' successo a tarda sera, in prossimità di via della Cala e alle spalle della Chiesa di Santa Maria del Canneto, dove la banchina che si affaccia sul Seno del Canneto diventa particolarmente stretta.

L'auto proveniva dal lungomare Galilei ed era diretta verso il Fontana Greca. Duplice la probabile causa dell'incidente: la banchina resa viscida dalla pioggia e la scarsa lucidità del conducente. Il successivo controllo, infatti, ha evidenziato che il tasso alcolemico era incompatibile con le normali condizioni di guida.

Sul luogo dell'incidente sono accorsi personale del 118, agenti delle Volanti del locale commissariato della polizia di Stato e militari della capitaneria di porto. Per l'uomo, comunque, non si è reso necessario il ricovero nel <Sacro Cuore di Gesù>.

Fortuna? Lo sostenevano alcuni pescatori, il giorno dopo, valutando che l'incidente sarebbe stato ben più grave se, invece di finire sul basso fondale nell'unico tratto di banchina in cui non era attraccato alcun motopesca, l'auto fosse piombata sulle barche adiacenti (solo una ha riportato un lieve danno al bordo di  prua).

01 marzo 2015

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli