Articoli

SBARCO DI MIGRANTI SULLE COSTE SALENTINE

Gallipoli, 8 novembre 2014

È giunta in nottata nel porto di Otranto la motovedetta CP 310 con a bordo 62 migranti non regolari (49 uomini, 7 donne, 6 bambini) di presunta nazionalità egiziana e siriana che sono stati soccorsi a circa 20 miglia da Santa Maria di Leuca.

Le operazioni di soccorso, scattate nel primo pomeriggio a seguito della ricezione di un mayday, sono state coordinate dalla Direzione Marittima di Bari che ha disposto l’impiego di due motovedette del Compartimento Marittimo di Gallipoli, un velivolo della Guardia Costiera decollato da Catania e due motonavi in navigazione a sud del Capo di Santa Maria di Leuca, dirottate sul punto grazie ai sistemi satellitari di rapportazione navale.

Ad accrescere le difficoltà sia della ricerca che del soccorso sono state le cattive condizioni meteo marine che da qualche giorno interessano tutto il Mar Ionio con mare 4 e vento forza 5 con raffiche fino a 50 Km all’ora. Le onde alte più di 2 metri non hanno consentito il rimorchio dell’imbarcazione sulla quale i migranti viaggiavano, pertanto, è stato effettuato il trasbordo degli occupanti l’imbarcazione condotti nel porto di Otranto e successivamente trasferiti presso il centro di prima accoglienza “Don Tonino Bello”.

Nel corso della notte la squadra investigativa interforze effettuerà tutti gli accertamenti di polizia giudiziaria dai quali si potranno ricostruire con maggiori dettagli le dinamiche del flusso migratorio.

Capitaneria di porto - Gallipoli

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli