Articoli

Pulizia dei fondali - Gallipoli

AVVIATA DALLA SOCIETA’ “PAOLO PINTO” LA PULIZIA DEI FONDALI DEL SENO DEL CANNETO A GALLIPOLI

L’Associazione Subacquea di Protezione Civile “Paolo Pinto” di Gallipoli,  domenica 26 ottobre 2014,  ha dato inizio alla pulizia dello specchio d’acqua del Porto Canneto della citta’ bella. Dopo varie settimane di lavoro per accumulare negli appositi retini i rifiuti abbandonati in fondo al mare, domenica sono stati recuperati con l’aiuto di un braccio meccanico fornito dalla ditta Navita e dalla ditta Econova messi a disposizione dal Comune di Gallipoli e che l’associazione ringrazia per la preziosa collaborazione.  Le operazioni sono iniziate alle ore 8,30 e sono terminate alle ore 12,30. Le operazioni poi sono state sospese a causa del fango che ha reso il lavoro molto difficile e praticamente impossibile la prosecuzione delle operazioni di recupero.

Dal mare sono emersi rifiuti di ogni genere come un numero infinito di bottiglie di plastica e vetro, tute di plastica, scarpe, stivali, sbarre di legno e ferro, 8 batterie, 65 copertoni, tubi di plastica, un tavolo, 4 secchi, barattoli di metallo, 20 nasse e km di cime e reti ormai in disuso.

Alle operazioni hanno partecipato i ragazzi delle associazioni di Protezione Civile di Muro Leccese, CB Cover di Parabita, AVPC di Zollino, Protezione Civile di Corigliano D’Otranto, Gruppo Comunale Volontari di Minervino di Lecce, tutte associazioni aderenti al RAON e  che la “Paolo Pinto” tutta ringrazia per la gentile collaborazione.

L’intenzione dell’Associazione è quella di ripulire tutta la Banchina del Canneto dove vengono ormeggiati i pescherecci; ma, vista l’enorme quantità di materiale sul fondale, le operazioni di bonifica  si protrarranno perdiversi mesi se non anni.

                                                                                                           

Associazione “Paolo Pinto”

29 ottobre 2014

 

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli