Articoli

CONTROLLI E SANZIONI AI DEPURATORI DI TRICASE E CORSANO

PROSEGUONO I CONTROLLI DEI MILITARI DELLA GUARDIA COSTIERA DI GALLIPOLI A TUTELA DELL’AMBIENTE E DELL’ECOSISTEMA MARINO.

STAMATTINA SONO STATI NOTIFICATI A RESPONSABILI DEI DEPURATORI DI TRICASE E CORSANO, GLI ESITI DELLE ANALISI DELLE ACQUE PRELEVATE PRESSO I POZZETTI D’ISPEZIONE DEI SOPRACITATI IMPIANTI NEL CORSO DEL MESE DI AGOSTO.

L’ATTIVITA’ DI CAMPIONAMENTO ED ANALISI E’ STATA EFFETTUATA DAL LABORATORIO AMBIENTALE MOBILE DEL COMANDO GENERALE DELLE CAPITANERIE DI PORTO, DIRETTO DA UFFICIALI BIOLOGI E COMPOSTO DA SOTTUFFICIALI TECNICI DI LABORATORIO, CHE SU INDICAZIONE DEL COMANDO DELLA CAPITANERIA DI PORTO DI GALLIPOLI, HANNO ANALIZZATO LE ACQUE AVENTI COME CORPO RICETTORE FINALE IL MARE ADRIATICO ED IL MARE IONIO.

I REPORT DELLE ANALISI, HANNO EVIDENZIATO DEI DISCOSTAMENTI DAI VALORI TABELLARI MASSIMI CONSENTITI DAL TESTO UNICO AMBIENTALE, DETERMINANDO L’IRROGAZIONE DI DUE DISTINTI VERBALI DI ILLECITO AMMINISTRATIVO CHE HANNO COME LIMITI EDITTALI UNA SANZIONE AMMINISTRATIVA DAI 3,000 AI  30.000 EURO.

L’ATTIVITA’ DI MONITORAGGIO DELLE ACQUE SIA DOLCI CHE SALMASTRE COSTITUISCE UN FONDAMENTALE INDICATORE DELLO STATO DI “SALUTE” DELL’ECOSISTEMA MARINO E COSTIERO LA CUI TUTELA COSTITUISCE UNO DEI PRINCIPALI COMPITI DELLA GUARDIA COSTIERA.

Gallipoli, 22 settembre 2014

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli