Articoli

OTRANTO: NUOVO SBARCO DI MIGRANTI NON REGOLARI

Serata di intense ricerche per i militari dipendenti dalla Capitaneria di porto di Gallipoli. Già dal pomeriggio della trascorsa giornata, sono pervenute sia presso la Sala Operativa della Guardia Costiera di Gallipoli che presso l’Ufficio Circondariale Marittimo di Otranto, segnalazioni telefoniche riguardanti migranti non regolari in pericolo di perdersi per mare.

Da subito si è attivata la catena del soccorso che ha visto impegnati diversi mezzi nautici appartenenti alle varie Unità Costiere di Guardia dislocate lungo tutto il litorale salentino.

Proprio intorno alle ore 19.00, nel pieno delle operazioni di ricerca che si estendevano per buona parte del Canale d’Otranto, è giunta tramite 1530, una telefonata da utenza italiana che ha segnalato, in località Orte, una imbarcazione con circa 20 migranti a bordo intenti a sbarcare nei pressi di una scogliera piuttosto ripida.

La motovedetta CP 809 della Guardia Costiera di Otranto è stata immediatamente dirottata in zona per continuare le ricerche e scongiurare che nessuna vita umana fosse in pericolo di perdersi in mare.

Successivamente i militari dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Otranto, congiuntamente a quelli del locale commissariato di polizia, hanno iniziato le ricerche via terra, che hanno portato al rintraccio di ventinove migranti non regolari provenienti dalla Siria e dal Pakistan.

Il mezzo nautico, utilizzato dagli extracomunitari per coprire il tratto di mare tra le coste greche e quelle idruntine, è stato rimorchiato fino al porto di Otranto ed è stato posto sotto sequestro.

Gallipoli, 13 settembre 2014

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli