Articoli

CONTROLLI SUL DEMANIO MARITTIMO – SBANCAMENTO DI SABBIA

Nella mattinata odierna a seguito di una segnalazione telefonica effettuata da un cittadino, personale della Guardia Costiera di Torre Cesarea, della Stazione dei Carabinieri di Porto Cesareo e del Comando di Polizia Municipale di Porto Cesareo si recava in località “Riva degli Angeli” in agro di Porto Cesareo, per accertare un presunto sbancamento di sabbia.

Giunto sul posto, il sopracitato personale constatava che erano in corso ad opera di un automezzo cingolato con a bordo due persone, operazioni di movimentazione dell’arenile preordinate alla creazioni di un cordone dunale.

Dai successivi accertamenti esperiti, gli agenti operanti riscontravano che il mezzo meccanico, nel suo tragitto, aveva danneggiato alcuni arbusti di tamerici, due dossi dunali ed altra vegetazione presente in loco e che i lavori risultano essere stati realizzati in aree ricadenti all’interno della Riserva  Naturale Orientata Regionale “Palude del Conte e Duna costiera Porto Cesareo” e del sito di importanza comunitaria denominato “Palude del Conte e Duna costiera di Punta Prosciutto”, in zona sottoposta a vincolo paesaggistico ed idrogeologico, sul demanio marittimo,  nonché all’interno dell’Area Marina Protetta – Porto Cesareo.

Il personale operante, pertanto, dopo aver avvisato l’autorità giudiziaria nella persona del Magistrato di turno, poneva sotto sequestro preventivo l’escavatore cingolato utilizzato per l’effettuazione dei lavori in parola.

Al legale rappresentante della ditta alle cui dipendenze sono risultati essere i soggetti sorpresi alla guida del mezzo cingolato, venivano contestati da parte del personale operante il reato di danneggiamento aggravato e quello di distruzione / deturpamento di bellezze naturali.

10.06.2014

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli