Articoli

Sequestro di ricci a pescatori sportivi

Nella mattinata odierna, Lunedì 2 Giugno, dai controlli lungo la filiera della pesca, è emersa una nuova violazione delle norme concernenti la pesca ricreativa.

L’equipaggio della dipendente unità navale di stanza a S. Maria di Leuca ha comminato una sanzione amministrativa dell’ammontare di euro 2.000,00 ad un pescatore sportivo che deteneva oltre 40 esemplari di riccio di mare, provento dell’attività di pesca, in tempi non consentiti ed in violazione dell’art. 4 D.M. 12/01/1995. Art.15 Lettera A L.963/65 così come sostituito dall’art.5 L.381/88 sanzionato in base all’ art.26 Comma 1 L.963/65 così come sostituito dall’art. 8 D.L. 84/2008 N.59, L.101 6/6/2008 )

La Capitaneria di porto di Gallipoli, nell'ottica di sensibilizzazione nei confronti della disciplina relativa alla pesca del riccio di mare, ribadisce che la pesca sportivo/ricreativa di detta specie ittica è vietata dal 30 Aprile al 30 Giugno.

2 Giugno 2014

capitanerialegambientelogo mediamorfosiunpli